Password Manager | a cosa servono i programmi per gestire le password?

Sicuramente, una maggior parte di noi utenti è in possesso di diverse password da ricordare per diversi social network, siti web e conti correnti, ma in realtà, quanti di noi utilizzano password facili e corte da ricordare dove possiamo essere facili vittime di hacker?

Anche se è difficile ricordare tutte le password, per questo motivo che molti utenti utilizzano un file di testo, un pezzo di carta e/o memorizzarle sul browser. Tutto ciò non è affatto sicuro, perchè la lista di password può andare persa o addirittura può essere rubata.

Per evitare che questo accada, ci affidiamo alle applicazioni di “Password manager” disponibile per smartphone, tablet e pc. In italiano “gestori di password”, hanno il compito di aiutare gli utenti a memorizzare diverse password archiviandole direttamente nel proprio computer (nel cloud) gestendole in maniera sicura e criptate.

Un ottimo vantaggio di utilizzare le applicazioni di password manager, è sicuramente quello di garantire una maggiore sicurezza della compilazione automatica dei campi, in modo da impedire ai keylogger di scoprire cosa stiamo digitando sulla tastiera.

Cosa sono i keylogger?

Il keylogger è un programma “maligno” che anche per gli antivirus è difficile da essere scoperto, in grado di leggere e rubare qualsivoglia venga digitata sulla tastiera.

Infatti, per proteggere le nostre password, abbiamo ben tre categorie che si diversificano tra loro per: comodità d’uso, funzionalità e livello di protezione.

ClassificazioneSicurezzaComoditàFunzionalitàUtilizzi
Integrato
nel Browser
MediaBuonaScarsaTutti i browser
OnlineAlta
(dati conservati
nel server cloud)
BuonaBuonaApplicazioni
 Desktop Based Alta
(dati conservati
su pc)
DiscretaBuonaApplicazioni

E voi vi affidate alle applicazioni di “Password manager” oppure utilizzate i vecchi metodi?

5 1 vote
Valutazione
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Commento
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio
Antonio
Ospite
18 Giorni Alcuni secondi fa

Ottimo articolo, interessante